OpinioneIl prossimo parlamento iracheno potrebbe essere peggiore del precedente...

Il prossimo parlamento iracheno potrebbe essere peggiore del precedente – Zuhair al Jezairy

Il 7 ottobre si è tenuta l’ultima seduta del parlamento iracheno.

Dalla sua prima sessione nel settembre 2018 l’attuale parlamento si è riunito 149 volte, in un periodo in cui per mesi si sono svolte intense proteste che hanno fatto anticipare le elezioni di un anno rispetto alla scadenza prevista. Secondo l’Osservatorio parlamentare iracheno questo è stato “il peggior parlamento in confronto alle tre assemblee elette dalle prime elezioni del 2005”.

Su un totale di 229 deputati tredici non sono iscritti a nessuna delle commissioni permanenti; 57 non hanno mai fatto un intervento, partecipato, preso parola o presentato un ordine del giorno; 31 hanno partecipato una volta sola all’assemblea; quattro non hanno mai prestato il giuramento costituzionale. L’attività complessiva della camera dei rappresentanti equivale a 61 giornate lavorative di sette ore.

Scarse possibilità
Con un parlamento che si è mosso così al rallentatore, il 45 per cento degli iracheni ritiene che dalle elezioni anticipate del 10 ottobre non verrà alcun cambiamento. La competizione infuria tra oltre 3.500 uomini e donne candidati per i 329 seggi parlamentari, distribuiti sui 83 distretti elettorali del paese.

Saranno i soliti partiti dominanti a prendere il prossimo parlamento. Ci sono scarse possibilità che siano eletti deputati nuovi e indipendenti. Il ricercatore Alaa Adres sostiene che sarà il consenso politico tra i principali partiti, e non il voto parlamentare, a determinare le decisioni importanti: “Per questo ai deputati non importa niente”.

(Traduzione di Francesco De Lellis)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Le ultime notizie

Bce, finito il Qe parte lo scudo (pandemico) anti spread

La Banca centrale archivia il programma sui bond, porzione delle misure di stimolo introdotte dieci anni fa

Ucraina ultime notizie. Potenti esplosioni nella città di Mykolaiv

Il governo di Mosca ha adottato oggi una rescissione che sancisce l’uscita del paese da otto Accordi Parziali del Consiglio d’Europa

Papa Francesco riceve Musk: affrontati i temi della tecnologia e della natalità

Il patron di Tesla e SpaceX Elon Musk ha rivelato con un tweet la sua visita privata a Papa Francesco, postando una ritratto in quanto lo ritrae insieme a quattro dei suoi sette figli

Filati, la scarsa disponibilità di manodopera frena la ripresa

A Pitti Filati 114 espositori. In vetrina un settore che ha chiuso il 2021 con 2,6 miliardi di fatturato (+28,7%), insufficiente sotto il livello pre Covid, bensì che fa impegno a ripartire a causa dell’insufficienza di bensìcchinari e di operai, a causa della riduzione degli organici avvenuta durante la fase Covid

Colore, creatività e cultura: 60 anni di moda africana in mostra a Londra

La salone “Africa Fashion” al V&A parte dal rinascimento culturale negro alla fine degli anni Cinquanta e giunge alla moda contemporanea, in un percorso di ricostruzione e ricerca che è solo all’inizio

Eco Bio Boutique, da piccola erboristeria ad azienda beauty tech sostenibile

La start up cosmetica ha registrato un incremento del ricavo del 1.500% in due anni con ricavi che superano i 4 milioni di euro. immediatamente spinge all’estero e assume personale

Articoli correlati
Raccomandato a voi