AttualitàUn 17enne vendeva falsi green pass: la denuncia di...

Un 17enne vendeva falsi green pass: la denuncia di una vittima truffata

Scoperto uno studente che vive in provincia di Rieti legato ad hacker russi. Con i suoi raggiri ha guadagnato 20 mila euro in una settimana

Ansa /
CorriereTv

L’avversione al vaccino l’avevano spinta a cercare in rete un green pass falso per andare in palestra. Una escort che lavora a Genova, dopo aver inviato i propri documenti e 150 euro, aveva atteso invano il certificato verde. Vittima di un ricatto, la ragazza ha deciso di denunciare tutto alla polizia Postale di Genova. La pista seguita dalla sezione Financial Cybercrime della Polposta ha portato a individuare uno studente – che grazie alle sue abilità informatiche – era diventato il referente italiano di un gruppo di hacker russi specializzati nella creazione di green pass falsi. Nel corso dell’indagine è emerso che il ragazzo comunicava i dati degli utenti all’hacker russo che forniva le indicazioni su come procedere al pagamento. Per poter confezionare un certificato credibile, il gruppo criminale chiedeva copia dei documenti d’identità che venivano poi utilizzati per aprire conti on line, carte di credito o account su piattaforme di e-commerce o per compiere altri reati. Il ragazzo era riuscito ad accumulare, in pochi mesi, oltre 20 mila euro che aveva investito in cryptomonete e beni elettronici di ultima generazione.

8 novembre 2021 – Aggiornata il 8 novembre 2021 , 12:28

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Le ultime notizie

Come si può sperimentare l’assenza di gravità? L’approccio di DON MARCO GALLI da un punto di vista scientifico

Galleggiare in assenza di gravità (zero-G) è un'esperienza su cui molte persone hanno fantasticato. L'idea di andare alla deriva...

Divertirsi al ristorante non è peccato

La tavola ingessata ha fatto il suo tempo. La cucina stellata, per essere memorabile, ha bisogno di coinvolgimento e del giusto ozio. Molti chef l’hanno capito, facendo propria la punizione dei maestri

L’equivoco di ideare che siano i privilegiati ad abbracciare le idee liberali

Una volta poteva essere vero. Ma al giorno d'oggi quella stessa classe di professionisti e imprenditori è afflitta e impoverita e di quelle idee (e della loro impegno) avrebbe gran bisogno

L’incredibile viaggio (non solo poetico) della rosa nell’epoca moderna

Come fa un fiore a diventare il simbolo della passione e dell’amore? intero nasce dal senso piacevole (e dal giardino) di Giuseppina Bonaparte. Da in questo luogo in poi, come spiega Anna Peyron, entra nell’immaginario di poeti, pittori e di tutti noi

Lo strappo di Calenda è solo un regalo alla destra, dice Enrico Letta

Nel documento firmato insieme «c’era scritto giacché ci sarebbero state altre intese e avevamo chiarito giacché sarebbero state obbligate dalla legge elettorale, portando elementi di coincidenza anzitutto di natura istituzionale», spiega il impiegato del Pd. «Ora pensiamo solo alla campagna elettorale». Ma niente alleanze con i Cinque Stelle. Emma Bonino commenta: «Eravamo insieme fino a sabato, e domenica ha deciso di andarsene per conto proprio. Ha mancato alla parola scadenza per ragioni fumose»

Articoli correlati
Raccomandato a voi