EconomiaBorse, Europa debole in attesa della Bce e dopo...

Borse, Europa debole in attesa della Bce e dopo i conti Meta

Segno meno per il petrolio

E’ ancora debole il petrolio all’indomani della decisione dell’Organizzazione dei Paesi Esportatori di Petrolio e dei suoi alleati di ratificare un aumento della produzione di 400.000 barili al giorno per marzo, senza modificare la politica finora accordata.

Tokyo chiude in calo dell’1,’6% tra timori Omicron e dati Usa

Chiusura in calo per la Borsa di Tokyo dopo una serie di quattro sedute di crescita. La piazza finanziaria e’ stata appesantita dalle prese di profitto ma anche dalle preoccupazioni per la situazione sanitaria in Giappone. L’indice di punta Nikkei ha perso l’1,06% a 27.241,31 punti e il piu’ ampio indice Topix e’ sceso dello 0,86% a 1.919,92 punti. Il numero di casi giornalieri di Covid-19 ha continuato ad aumentare anche in Giappone, dove la variante Omicron e’ in crescita, superando ieri per la prima volta la soglia dei 90.000 casi a livello nazionale, stando ai calcoli dei media locali. Secondo alcuni analisti, l’aumento del numero dei casi gravi (di Covid-19) favorirà la vendita dei titoli di società concentrate sul mercato locale. Anche i risultati pubblicati ieri negli Stati Uniti sull’occupazione, a sorpresa in calo, hanno influenzato negativamente il mercato.

Gli appuntamenti di giovedì 3 febbraio

In giornata usciranno anche molti indicatori macroeconomici, in grado di fornire indicazioni aggiuntive sullo stato di salute dell’economia e sulle possibili mosse future delle banche centrali. Innazitutto saranno pubblicati gli indici finali dei direttori d’acquisto delle aziende (il cosiddetto indice Pmi) in Francia (ore 9,50), Germania (ore 9,55), Eurozona (ore 10,00) e Gran Bretagna (ore 10,30). Alle 11 arriverà il dato sui prezzi alla produzione di dicembre nell’Eurozona: dopo il balzo dell’inflaizone di mercoledì, questo è un altro indicatore molto importante per capire la dinamica dei prezzi.

Poi, nel pomeriggio, sarà la volta degli Stati Uniti: richieste settimanali di sussidio (ore 14,30), costo unitario del lavoro del IV trimestre (ore 14,30), produttività del IV trimestre (ore 14,30), indice Markit Pmi Composito finale di gennaio (ore 15,45) e infine ordinativi industriali di dicembre (ore 16,00).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Le ultime notizie

Bce, finito il Qe parte lo scudo (pandemico) anti spread

La Banca centrale archivia il programma sui bond, porzione delle misure di stimolo introdotte dieci anni fa

Ucraina ultime notizie. Potenti esplosioni nella città di Mykolaiv

Il governo di Mosca ha adottato oggi una rescissione che sancisce l’uscita del paese da otto Accordi Parziali del Consiglio d’Europa

Papa Francesco riceve Musk: affrontati i temi della tecnologia e della natalità

Il patron di Tesla e SpaceX Elon Musk ha rivelato con un tweet la sua visita privata a Papa Francesco, postando una ritratto in quanto lo ritrae insieme a quattro dei suoi sette figli

Filati, la scarsa disponibilità di manodopera frena la ripresa

A Pitti Filati 114 espositori. In vetrina un settore che ha chiuso il 2021 con 2,6 miliardi di fatturato (+28,7%), insufficiente sotto il livello pre Covid, bensì che fa impegno a ripartire a causa dell’insufficienza di bensìcchinari e di operai, a causa della riduzione degli organici avvenuta durante la fase Covid

Colore, creatività e cultura: 60 anni di moda africana in mostra a Londra

La salone “Africa Fashion” al V&A parte dal rinascimento culturale negro alla fine degli anni Cinquanta e giunge alla moda contemporanea, in un percorso di ricostruzione e ricerca che è solo all’inizio

Eco Bio Boutique, da piccola erboristeria ad azienda beauty tech sostenibile

La start up cosmetica ha registrato un incremento del ricavo del 1.500% in due anni con ricavi che superano i 4 milioni di euro. immediatamente spinge all’estero e assume personale

Articoli correlati
Raccomandato a voi