OpinioneI cimiteri dei feti, oggi (Video)

I cimiteri dei feti, oggi (Video)

Nel 2019 Francesca ha avuto bisogno di un aborto terapeutico, perché il bambino di cui era incinta aveva un’aorta malformata. Lei era a Roma, dove i medici che praticano l’intervento sono solo cinque. Così ha avuto difficoltà a individuarne uno disponibile. In ospedale, il giorno dell’intervento, è stata lasciata senza anestesia.

Un anno dopo, in uno spiazzo del cimitero Flaminio della capitale, è stata trovata una croce con il suo nome insieme ad altre centinaia. “Ritrovarmi crocifissa è stato l’ultima tappa delle torture che una donna deve sopportare per abortire a scopo terapeutico a Roma”, racconta. Quelle croci, infatti, erano state poste per ricordare i feti abortiti, e ciascuna era contrassegnata con il nome della donna che aveva dovuto ricorrere all’interruzione di gravidanza.

Si è trattato di sepolture non autorizzate, secondo Francesca di un tentativo di intimidire le donne che hanno interrotto la gravidanza. E gli ospedali ne sono complici: alcune strutture, anche in altre città italiane, hanno stretto accordi con delle associazioni cattoliche per consentire loro di recuperare i feti e seppellirli con il rito cattolico. Spesso sono queste associazioni a gestire i cimiteri dei feti.

Più di un anno dopo la scoperta del cimitero di Roma, centinaia di croci sono ancora lì, con i nomi delle donne ben visibili.

Il video di Al Jazeera.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Le ultime notizie

Bce, finito il Qe parte lo scudo (pandemico) anti spread

La Banca centrale archivia il programma sui bond, porzione delle misure di stimolo introdotte dieci anni fa

Ucraina ultime notizie. Potenti esplosioni nella città di Mykolaiv

Il governo di Mosca ha adottato oggi una rescissione che sancisce l’uscita del paese da otto Accordi Parziali del Consiglio d’Europa

Papa Francesco riceve Musk: affrontati i temi della tecnologia e della natalità

Il patron di Tesla e SpaceX Elon Musk ha rivelato con un tweet la sua visita privata a Papa Francesco, postando una ritratto in quanto lo ritrae insieme a quattro dei suoi sette figli

Filati, la scarsa disponibilità di manodopera frena la ripresa

A Pitti Filati 114 espositori. In vetrina un settore che ha chiuso il 2021 con 2,6 miliardi di fatturato (+28,7%), insufficiente sotto il livello pre Covid, bensì che fa impegno a ripartire a causa dell’insufficienza di bensìcchinari e di operai, a causa della riduzione degli organici avvenuta durante la fase Covid

Colore, creatività e cultura: 60 anni di moda africana in mostra a Londra

La salone “Africa Fashion” al V&A parte dal rinascimento culturale negro alla fine degli anni Cinquanta e giunge alla moda contemporanea, in un percorso di ricostruzione e ricerca che è solo all’inizio

Eco Bio Boutique, da piccola erboristeria ad azienda beauty tech sostenibile

La start up cosmetica ha registrato un incremento del ricavo del 1.500% in due anni con ricavi che superano i 4 milioni di euro. immediatamente spinge all’estero e assume personale

Articoli correlati
Raccomandato a voi