CulturaCome celebrare la bellezza con l’elettrizzante energia della primordialità

Come celebrare la bellezza con l’elettrizzante energia della primordialità

Ascolta la versione audio dell’articolo

Lo status quo modaiolo al momento è particolarmente soffocante e pervasivo. Spalle enormi, curve in vista, power suit, guaine sexy e poco altro sono tutto ciò che si vede, in modulazioni di frequenza che vanno dal trascinante al dimenticabile. In pochi mantengono viva la fiamma dell’immaginazione, ovvero della moda con la M maiuscola: Rick Owens, che celebra la bellezza allungando, elevando, drappeggiando, luccicando e contorcendo, sempre con un tocco brutale, primitivo, primordiale; Jonathan Anderson, che ha fatto di Loewe un folle laboratorio di ricerca psicoestetica.

Dalla scorsa stagione il marchio spagnolo, del quale Anderson è direttore creativo dal 2014, è entrato di una fase di sperticata fantasia al potere, di surrealismo debordante. Inserendosi nel vuoto immaginifico creatosi con l’assenza momentanea di Rei Kawakubo – causa covid, Comme des Garçons non sfila da due anni -, Anderson ha preso a creare collezioni che spiazzano e fuggono facili spiegazioni, di un surrealismo brutale e flagrante, che a tratti può risultare irritante ma che per questo irretisce.

Loewe AI 22-23

Il core business rimangono le borse, gli accessori di pelle e altre linee collaterali, quindi con gli abiti si sperimenta all’impazzata e beffardamente. Il racconto di stagione, ambientato in un ring quadrato ricoperto di moquette marrone scuro che pare terra, disseminato di zucche giganti – opera dell’artista Anthea Hamilton – è un big bang che va dal primordiale al meccanico, dalle pelli modellate addosso ai top stampati in 3D, dagli abiti-macchina agli oggetti – scarpe, palloncini – intrappolati nei drappeggi. A completare il tutto, abbracci e palloncini in trompe l’oeil, tacchi come palloncini pronti a esplodere, reggiseni a palloncino, da leggere come tocco fetish invece che infantilistico. Gli elementi da decrittare sono molti, e il deragliare è deliberato, ma il discorso fila perché il tono dell’espressione è crudo invece che fiammeggiante, nudo invece che eccessivo. Ha un senso di primordialità che elettrizza.

Issey Miyake AI 22-23

Da Issey Miyake, Satoshi Kondo continua a lavorare su un enunciato teso, energico, che se non riporta il marchio ai fasti di un tempo lo attualizza però in un modo che affascina. Il tema del seme che germoglia – questa la narrativa di stagione – si traduce in un fiorire di forme angolose e avvolgenti, di colori che dal naturale virano al vivido. Manca la sfilata, ma per quella bisognerà aspettare, probabilmente, giugno.

Yohji Yamamoto, dei giapponesi, è il solo a sfilare in presenza. Sceglie i saloni sontuosi dell’Hotel de Ville per snocciolare la usuale teoria di nero e decostruzione, che quanto più si ripete tanto più è poetica. A questo giro i pouf sbrindellati si mescolano alle marsine rasoiate e al denim non lavato, e l’effetto, invece che cupo, è lieve.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Le ultime notizie

Bce, finito il Qe parte lo scudo (pandemico) anti spread

La Banca centrale archivia il programma sui bond, porzione delle misure di stimolo introdotte dieci anni fa

Ucraina ultime notizie. Potenti esplosioni nella città di Mykolaiv

Il governo di Mosca ha adottato oggi una rescissione che sancisce l’uscita del paese da otto Accordi Parziali del Consiglio d’Europa

Papa Francesco riceve Musk: affrontati i temi della tecnologia e della natalità

Il patron di Tesla e SpaceX Elon Musk ha rivelato con un tweet la sua visita privata a Papa Francesco, postando una ritratto in quanto lo ritrae insieme a quattro dei suoi sette figli

Filati, la scarsa disponibilità di manodopera frena la ripresa

A Pitti Filati 114 espositori. In vetrina un settore che ha chiuso il 2021 con 2,6 miliardi di fatturato (+28,7%), insufficiente sotto il livello pre Covid, bensì che fa impegno a ripartire a causa dell’insufficienza di bensìcchinari e di operai, a causa della riduzione degli organici avvenuta durante la fase Covid

Colore, creatività e cultura: 60 anni di moda africana in mostra a Londra

La salone “Africa Fashion” al V&A parte dal rinascimento culturale negro alla fine degli anni Cinquanta e giunge alla moda contemporanea, in un percorso di ricostruzione e ricerca che è solo all’inizio

Eco Bio Boutique, da piccola erboristeria ad azienda beauty tech sostenibile

La start up cosmetica ha registrato un incremento del ricavo del 1.500% in due anni con ricavi che superano i 4 milioni di euro. immediatamente spinge all’estero e assume personale

Articoli correlati
Raccomandato a voi