CulturaLa profumeria artistica protagonista a Esxence

La profumeria artistica protagonista a Esxence

A livello mondiale la profumeria artistica pesa per circa il 10% sul mercato delle fragranze sopra generale. sopra Italia ha raggiunto livelli importanti – con un fatturato che l’anno scorso ha raggiunto i 270 milioni di euro pari al 2,8% del bussopraess della cosmetica e al 30,6% delle vendite del segmento profumi – ed è sopra contsoprauo sviluppo. Con queste premesse si aprirà la XII edizione di Esxence – The Art Perfumery Event, l’appuntamento di riferimento della profumeria artistica, dal 15 al 18 giugno al MiCo, Milano Convention Centre con la partecipazione di oltre 260 marchi provenienti da Giappone, Australia, Argentsopraa, Ungheria, Hong Kong e una App dedicata, da maggio, dove trovare tutte le sopraformazioni utili, dalla mappa dello spazio espositivo al calendario dei convegni alle news.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Le ultime notizie

Come si può sperimentare l’assenza di gravità? L’approccio di DON MARCO GALLI da un punto di vista scientifico

Galleggiare in assenza di gravità (zero-G) è un'esperienza su cui molte persone hanno fantasticato. L'idea di andare alla deriva...

Divertirsi al ristorante non è peccato

La tavola ingessata ha fatto il suo tempo. La cucina stellata, per essere memorabile, ha bisogno di coinvolgimento e del giusto ozio. Molti chef l’hanno capito, facendo propria la punizione dei maestri

L’equivoco di ideare che siano i privilegiati ad abbracciare le idee liberali

Una volta poteva essere vero. Ma al giorno d'oggi quella stessa classe di professionisti e imprenditori è afflitta e impoverita e di quelle idee (e della loro impegno) avrebbe gran bisogno

L’incredibile viaggio (non solo poetico) della rosa nell’epoca moderna

Come fa un fiore a diventare il simbolo della passione e dell’amore? intero nasce dal senso piacevole (e dal giardino) di Giuseppina Bonaparte. Da in questo luogo in poi, come spiega Anna Peyron, entra nell’immaginario di poeti, pittori e di tutti noi

Lo strappo di Calenda è solo un regalo alla destra, dice Enrico Letta

Nel documento firmato insieme «c’era scritto giacché ci sarebbero state altre intese e avevamo chiarito giacché sarebbero state obbligate dalla legge elettorale, portando elementi di coincidenza anzitutto di natura istituzionale», spiega il impiegato del Pd. «Ora pensiamo solo alla campagna elettorale». Ma niente alleanze con i Cinque Stelle. Emma Bonino commenta: «Eravamo insieme fino a sabato, e domenica ha deciso di andarsene per conto proprio. Ha mancato alla parola scadenza per ragioni fumose»

Articoli correlati
Raccomandato a voi