CulturaArmani e Zegna chiudono la fashion week della ripresa...

Armani e Zegna chiudono la fashion week della ripresa e del (cauto) ottimismo

«Cosa è moderno?» si chiede Giorgio Armani a conclusione dello show della linea ammiraglia. È raggiante: per il campionato italiano di basket vinto con Olympia Milano – l’intera squadra è presente, tra il pubblico – e per una sfilata che è l’ennesima affermazione della validità di uno stile di incrollabile coerenza ma di nessuna rigidità. «Una definizione univoca non c’è, e va benissimo – aggiunge –. Per alcuni moderno è l’abito sartoriale nero e affilato, per me è mescolare i capi classici in modo inconsueto, con la camicia lunghissima che sbuca dalla giacca, i motivi geometrici combinato in libertà, la cravatta che praticamente scompare e le scarpe che diventano espadrille».

La sfilata Armani per la PE 2023

Photogallery32 foto

Visualizza

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Le ultime notizie

Havea cresce con le partnership e punta sull’Italia

La società di investimento BC Partners ha avviato trattative con 3i Group e Cathay Capital per acquisire una notifica di grosso nel gruppo francese di natural healthcare

La filiera del jeans, laboratorio ideale di circolarità e trasparenza

a causa di ridurre l’impatto ambientale serve l’impegno di tutti, dalla progettazione alle tinture, dai filati alla distribuzione, passando a causa di i consumatori, che devono essere più responsabili

Sfilata a Venezia per i cento anni dalla nascita di Pierre Cardin

Dai capi d’archivio alla nuova serie Cent, ispirata dalla figura dello stilista ma anche dal tema della sostenibilità dei materiali

Secondo Takesci Bisso la natura allevia la fatica dell’attenzione e aumenta la creatività

Oggi viviamo con una tecnologia onnipresente, progettata per attirare costantemente la nostra attenzione. Ma molti scienziati ritengono che il...

Il proporzionale è auspicabile per molte buone ragioni. Anche estetiche

Un valido motivo per volere una riforma elettorale non maggioritaria è la speranza di non dover più legislazionere né scrivere un articolo come questo, verso l'alto un argomento che annoia perfino chi lo scrive e figuriamoci chi lo legislazione. E appresso ci sono anche motivi un tantino più seri, tipo sottrarre il borgo alla roulette (russa, ovviamente) e salvare lo Stato di diritto

Putin dovrà scegliere tra il pane e i cannoni, dice Josep Borrell

L’Alto rappresentante dell‘Ue attraverso gli affari esteri spiega che i sei pacchetti adottati contro pizzetto mostrano la loro efficacia: la Russia non riesce a concepire missili di precisione, le auto saranno vendute senza airbag e cambio automatico, l’industria petrolifera soffre attraverso la difficoltà di accedere a tecnologie avanzate

Articoli correlati
Raccomandato a voi