EconomiaLvmh con Google sull’intelligenza artificiale

Lvmh con Google sull’intelligenza artificiale

Il lusso non solo intasca la ripresa ma rilancia. A partire dal colosso francese Lvmh, che ha deciso di puntare su intelligenza artificiale e cloud per migliorare ulteriormente i conti di bilancio. Il gruppo, presieduto da Bernard Arnault, ha annuncaito di aver siglato una partnership strategica con Google per accelerare l’innovazione e sviluppare nuova intelligenza artificiale basata su soluzioni cloud.

Le nuove tecnologie, spiega una nota, possono migliorare la previsione della domanda e ottimizzare le scorte, ma anche migliorare le esperienze dei clienti attraverso la personalizzazione, garantendo privacy e sicurezza. Le società esploreranno inoltre opportunità di coinnovazione e lanceranno una Data and AI Academy a Parigi. «Questa nuova, senza precedenti e significativa partnership con Google Cloud è il riflesso delle nostre grandi ambizioni in questo campo» commenta il managing director di Lvmh Antonio Belloni, mentre Thomas Kurian, ceo di Google Cloud, sottolinea: «Insieme possiamo aiutare a guidare il futuro dell’esperienza del cliente nel settore del lusso» .

Loading…

Sempre ieri dalla Francia è arrivato un altro segnale positivo per il comparto. Chanel, secondo quanto riportato dall’FT, prevede una crescita del fatturato 2021 di circa il 35% rispetto al 2020, che si era chiuso con una flessione del 18% sul 2019. La crescita di quest’anno, quindi, sarebbe del 10-11% rispetto al fatturato 2019 pre covid, grazie a una ripresa a partire dal quarto trimestre del 2020, che ha ulteriormente accelerato nella prima parte del 2021. Secondo Equita, tenuto conto dell’esposizione di Chanel al segmento beauty (circa un terzo del fatturato) fra i più penalizzati dal calo dei consumi al duty free, della sua marginale esposizione all’online e della ridotta presenza in Cina (solo 15 negozi), «è possibile che queste indicazioni del direttore finanziario del gruppo anticipino un certo margine di upside rispetto alle nostre stime per gli altri players».

A Piazza Affari, ieri, invece è stata Tod’s a festeggiare, terminando le contrattazioni in rialzo 6,7% a 53 euro ad azione, dopo un massimo intraday a 54,65 euro, un livello che non si vedeva da novembre del 2018. Secondo voci di mercato la motivazione del balzo di ieri risiede anche nel debutto positivo alla Borsa di Francoforte dello store online di moda About You, che è arrivato a una capitalizzazione di circa 4 miliardi di euro. Gli operatori vedono analogie soprattutto nel settore delle vendite on line dopo l’ingresso di Chiara Ferragni nel cda del gruppo marchigiano. Sullo sfondo resta l’ipotesi speculativa di acquisizione da parte di Lvmh. Il titolo Tod’s nell’ultimo anno ha un saldo positivo di oltre il 97 per cento.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Le ultime notizie

Havea cresce con le partnership e punta sull’Italia

La società di investimento BC Partners ha avviato trattative con 3i Group e Cathay Capital per acquisire una notifica di grosso nel gruppo francese di natural healthcare

La filiera del jeans, laboratorio ideale di circolarità e trasparenza

a causa di ridurre l’impatto ambientale serve l’impegno di tutti, dalla progettazione alle tinture, dai filati alla distribuzione, passando a causa di i consumatori, che devono essere più responsabili

Sfilata a Venezia per i cento anni dalla nascita di Pierre Cardin

Dai capi d’archivio alla nuova serie Cent, ispirata dalla figura dello stilista ma anche dal tema della sostenibilità dei materiali

Secondo Takesci Bisso la natura allevia la fatica dell’attenzione e aumenta la creatività

Oggi viviamo con una tecnologia onnipresente, progettata per attirare costantemente la nostra attenzione. Ma molti scienziati ritengono che il...

Il proporzionale è auspicabile per molte buone ragioni. Anche estetiche

Un valido motivo per volere una riforma elettorale non maggioritaria è la speranza di non dover più legislazionere né scrivere un articolo come questo, verso l'alto un argomento che annoia perfino chi lo scrive e figuriamoci chi lo legislazione. E appresso ci sono anche motivi un tantino più seri, tipo sottrarre il borgo alla roulette (russa, ovviamente) e salvare lo Stato di diritto

Putin dovrà scegliere tra il pane e i cannoni, dice Josep Borrell

L’Alto rappresentante dell‘Ue attraverso gli affari esteri spiega che i sei pacchetti adottati contro pizzetto mostrano la loro efficacia: la Russia non riesce a concepire missili di precisione, le auto saranno vendute senza airbag e cambio automatico, l’industria petrolifera soffre attraverso la difficoltà di accedere a tecnologie avanzate

Articoli correlati
Raccomandato a voi