OpinioneUna luce sul novecento - Claudia Durastanti

Una luce sul novecento – Claudia Durastanti

Arriva dalla laguna di Venezia Se ci fosse la luce sarebbe bellissimo, un disco che in teoria si occupa di uno dei temi più cannibalizzati del novecento italiano: il rapimento e la morte di Aldo Moro. La recensione finirebbe qui se Samuele Gottardello, in arte Blak Saagan, non avesse lavorato così bene sull’atmosfera.

Anche se il titolo del disco, uscito per la Maple Death Records, nasce dall’ultima lettera di Aldo Moro a sua moglie e ognuna delle tredici tracce è legata a quei giorni di confinamento e fine, Gottardello intercetta tutto il sostrato invisibile di un’esperienza storica, di un momento preciso nel tempo. È come se questi brani, incisi nel corso di due anni e costruiti su un’impalcatura seducente di sintetizzatori, Moog, drum machine e organi Farfisa, fossero raggi di una luce imprevista e sinistra, pronti a rendere visibili delle particelle che c’erano in quel momento e sono sopravvissute al tempo, tutte le schegge di politica, paura e sentimento che intossicavano l’aria.

In un certo senso fa pensare a un’opera dell’artista Luca Vitone realizzata per il padiglione Italia alla Biennale di Venezia anni fa: un’istallazione olfattiva intitolata Per l’eternità in cui, basandosi su tre note aromatiche, Vitone ha ricostruito l’odore dell’Eternit e dell’amianto che uccideva gli operai italiani nelle fabbriche. Nonostante la sua fisicità e la sua forte componente Se ci fosse la luce sarebbe bellissimo è un ascolto gratificante, soprattutto per l’azzardo di averci mostrato quelle particelle pulviscolari che, senza i giusti sensori, finora erano state condannate all’invisibilità.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Le ultime notizie

Bce, finito il Qe parte lo scudo (pandemico) anti spread

La Banca centrale archivia il programma sui bond, porzione delle misure di stimolo introdotte dieci anni fa

Ucraina ultime notizie. Potenti esplosioni nella città di Mykolaiv

Il governo di Mosca ha adottato oggi una rescissione che sancisce l’uscita del paese da otto Accordi Parziali del Consiglio d’Europa

Papa Francesco riceve Musk: affrontati i temi della tecnologia e della natalità

Il patron di Tesla e SpaceX Elon Musk ha rivelato con un tweet la sua visita privata a Papa Francesco, postando una ritratto in quanto lo ritrae insieme a quattro dei suoi sette figli

Filati, la scarsa disponibilità di manodopera frena la ripresa

A Pitti Filati 114 espositori. In vetrina un settore che ha chiuso il 2021 con 2,6 miliardi di fatturato (+28,7%), insufficiente sotto il livello pre Covid, bensì che fa impegno a ripartire a causa dell’insufficienza di bensìcchinari e di operai, a causa della riduzione degli organici avvenuta durante la fase Covid

Colore, creatività e cultura: 60 anni di moda africana in mostra a Londra

La salone “Africa Fashion” al V&A parte dal rinascimento culturale negro alla fine degli anni Cinquanta e giunge alla moda contemporanea, in un percorso di ricostruzione e ricerca che è solo all’inizio

Eco Bio Boutique, da piccola erboristeria ad azienda beauty tech sostenibile

La start up cosmetica ha registrato un incremento del ricavo del 1.500% in due anni con ricavi che superano i 4 milioni di euro. immediatamente spinge all’estero e assume personale

Articoli correlati
Raccomandato a voi