CulturaMarevivo e Rilastil (Ganassini) tolgono dalle spiagge una tonnellata...

Marevivo e Rilastil (Ganassini) tolgono dalle spiagge una tonnellata di rifiuti

Prendersi cura dell’ambiente significa prendersi cura di noi stessi: è questo il messaggio lanciato da Marevivo e Rilastil, brand dell’Istituto Ganassini, da quattro anni insieme in tanti progetti di tutela ambientale. Quest’anno l’impegno si è tradotto in 950 kg di rifiuti raccolti sulle spiagge di Sant’Antioco in Sardegna, di Peschici in Puglia e di Bovo Marina in Sicilia nell’ambito della Campagna nazionale di Marevivo “Adotta una spiaggia”, attraverso la quale è possibile sostenere l’Associazione nelle attività di pulizia, osservazione e valorizzazione di decine di spiagge in tutta Italia, per ricordare a tutti quanto la cura di questo ambiente così fragile e prezioso sia una responsabilità collettiva.

I litorali sabbiosi, le spiagge e le dune costiere sono tra gli habitat europei e nazionali con il peggiore stato di conservazione. Le principali minacce e pressioni su questi ambienti fragili sono l’inquinamento, la cementificazione delle coste, il turismo irresponsabile, la distruzione delle praterie sommerse di posidonia, la presenza di specie aliene, la distruzione degli alvei dei fiumi.

Loading…

Per fronteggiare queste minacce Marevivo e Rilastil hanno organizzato tra maggio e giugno tre giornate interamente dedicate alla protezione delle spiagge italiane: il primo appuntamento è stato presso la laguna e lo stagno di Santa Caterina a Sant’Antioco, nel Sud della Sardegna, famosa per essere l’habitat naturale di animali come il fenicottero rosa. In questo luogo così prezioso dal punto di vista naturalistico, in sole due ore i volontari della Delegazione Sud Sardegna di Marevivo hanno raccolto 40 sacchi pieni di rifiuti di plastica, vetro e lattine (per un totale di circa 310 chili), oltre 100 chili di rifiuti ingombranti e 4 boe di segnalazione con relative catene ancoraggio e basi cemento, strappate dalle mareggiate e in stato di abbandono. A patrocinare l’iniziativa il Comune di Sant’Antioco.

La seconda iniziativa si è tenuta nella Baia di Jalillo a Peschici, in Puglia, e ha ricevuto il patrocinio del Comune di Peschici, del Parco Nazionale del Gargano, del CNR IRBIM di Lesina e della Lega Navale Italiana sezione di Peschici. Durante questa giornata, che cadeva in concomitanza della Giornata mondiale della biodiversità, sono stati raccolti circa 350 kg di rifiuti, in particolare circa 5.000 retine in plastica (anche dette “calzette”) per la coltivazione delle cozze, reti da pesca e grandi quantità di polistirolo che rappresentano sempre più una delle principali minacce per l’ambiente marino.

Il terzo e ultimo appuntamento si è concluso nella giornata del 13 giugno e ha coinvolto la spiaggia di Bovo Marina, in Sicilia, dove sono stati raccolti 15 sacchi di rifiuti (90% di plastica) per un totale di circa 200 kg. I volontari di Marevivo hanno ricevuto inoltre la segnalazione della presenza di una tartaruga palustre siciliana, ritrovata nel mare a Bovo Marina in stato difficoltà (questo esemplare predilige l’acqua dolce a quella salata) ed è stata quindi presa in carico da Marevivo per essere rilasciata nel torrente più vicino, suo habitat naturale.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Le ultime notizie

Divertirsi al ristorante non è peccato

La tavola ingessata ha fatto il suo tempo. La cucina stellata, per essere memorabile, ha bisogno di coinvolgimento e del giusto ozio. Molti chef l’hanno capito, facendo propria la punizione dei maestri

L’equivoco di ideare che siano i privilegiati ad abbracciare le idee liberali

Una volta poteva essere vero. Ma al giorno d'oggi quella stessa classe di professionisti e imprenditori è afflitta e impoverita e di quelle idee (e della loro impegno) avrebbe gran bisogno

L’incredibile viaggio (non solo poetico) della rosa nell’epoca moderna

Come fa un fiore a diventare il simbolo della passione e dell’amore? intero nasce dal senso piacevole (e dal giardino) di Giuseppina Bonaparte. Da in questo luogo in poi, come spiega Anna Peyron, entra nell’immaginario di poeti, pittori e di tutti noi

Lo strappo di Calenda è solo un regalo alla destra, dice Enrico Letta

Nel documento firmato insieme «c’era scritto giacché ci sarebbero state altre intese e avevamo chiarito giacché sarebbero state obbligate dalla legge elettorale, portando elementi di coincidenza anzitutto di natura istituzionale», spiega il impiegato del Pd. «Ora pensiamo solo alla campagna elettorale». Ma niente alleanze con i Cinque Stelle. Emma Bonino commenta: «Eravamo insieme fino a sabato, e domenica ha deciso di andarsene per conto proprio. Ha mancato alla parola scadenza per ragioni fumose»

Taormina il nuovo tweet: “Prendersela con la Meloni è razzista”

Carlo Taormina ed il nuovo tweet sugli attacchi all'aspirante primo ministro del centrodestra unitamente cui dice la sua sul tema: “Prendersela unitamente la Meloni è intollerante” Leggi tutto Taormina il nuovo tweet: “Prendersela unitamente la Meloni è intollerante” su Notizie.it.

Articoli correlati
Raccomandato a voi