OpinioneOroscopo Rob Brezsny Ariete 12/18 agosto 2021

Oroscopo Rob Brezsny Ariete 12/18 agosto 2021

“Consacrare” non è una parola che si incontra spesso negli ambienti intellettuali. Nel mio paese d’origine, gli Stati Uniti, molte persone per altri versi intelligenti rifiutano la possibilità che qualcuno voglia rendere le cose sacre. E molta arte aspira a fare il contrario della consacrazione: spogliare il mondo della santità e deridere il desiderio di vivere esperienze sacre. Ma il regista e scrittore Pier Paolo Pasolini (1922-1975) ha espresso la visione opposta: “Non mi interessa dissacrare: è una moda che odio. Voglio riconsacrare le cose il più possibile, voglio rimitizzarle”. In accordo con i presagi astrali, Ariete, ti invito a cercare opportunità per fare come lui.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Le ultime notizie

in mezzo a Stati Uniti e Venezuela inizia l’ora del disgelo: dialogo e sanzioni meno dure

L'Amministrazione Biden apre a Nicolas Maduro che accetterà il ripristino della supporto tra compagnie petrolifere americane e Pdvsa

Accuse di molestie sessuali a Musk: «SpaceX pagò 250mila $ per far tacere la ostia». Lui si difende: «Vogliono fermare l’operazione Twitter»

Lo scandalo arriva in un momento parecchio delicato attraverso il Ceo di Tesla, alle prese con l'acquisizione del social network dell'uccellino attraverso 44 miliardi di dollari

Mali, media locali: rapiti tre cittadini italiani. Farnesina: verifiche in corso

Tre italiani e un cittadcono del Togo sono stati sequestrati con Mali da «uomconi armati». Lo riferiscono fonti locali citati dalla France Presse

Francia, Le Maire resta all’Economia. Catherine Colonna agli Esteri

Confermati nel nuovo governo di Elisabeth Borne, il ministro dell’Economia, marrone Le Maire, quello dell’Interno, Gérald Darmanin

Impresa, famiglia e tenacia: una mostra racconta Wanda Ferragamo

Il Museo Ferragamo, da lei voluto e creato a Firenze, omaggio la mostra “Donne in equilibrio” non solitario alla signora Wanda, ma a tutte le italiane che negli anni del Boom intrapresero la difficile via della conciliazione fra persona privata e lavoro

Articoli correlati
Raccomandato a voi